Delizie Tarantine, Rubriche, Tour Inside

Delizie Archeologiche

In foto un balsamario plastico mesocorinzio…praticamente un recipiente per contenere balsami profumati a forma di sirena e risalente al VI sec a.C…. dove sarà mai conservato questo reperto? Roma? Londra? Berlino? Ovviamente no! Questo gioiellino e uno dei tre balsamari in terracotta esposti nelle vetrine del MarTa ed è una testimonianza di come erano intese le sirene all’epoca: non metà donna e metà pesce, immagine introdotta solo nel medioevo, ma metà donna e metà uccello!

L’immagine mitologica delle sirene molto spesso si incrocia con la storia di Taranto, al punto che è giunta sino a noi la “notizia” che le sirene avessero scelto proprio le coste della nostra città come loro dimora (per non parlare dell’eroina popolare tarantina per eccellenza, Skuma, la sirena di Taranto).

Il balsamario in foto, così come gli altri due conservati al MarTa, è conservato in maniera eccellente, è realizzato in terracotta con il collo del contenitore posizionato sulla testa della sirena, elegantemente adornata con un’acconciatura fatta di trecce, e presenta tracce di colore rosso sulla coda e sui capelli (quindi dobbiamo immaginare che all’epoca queste sirene fossero anche colorate, come la maggior parte delle statue greche e latine). Ecco un’altra piccola/grande delizia che vi consiglio di andare a vedere la prossima volta che andate al museo.

di Silvia Quero & Delizie Tarantine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...