Archeologia & Turismo, Curiosità, Isola Madre, Rubriche, Taranto, Tour Inside

L’Isola Madre di Taranto è l’antica città dove si parla una lingua unica al mondo

L’Isola Madre di Taranto emerse tra le colonie greche.

Arrivando al 927, Saraceni rasero al suolo la Taranto greco-romana e l’Imperatore bizantino NiceforoFoca fece giungere architetti dalla Grecia affinché la ricostruissero.

Dopo la ricostruzione, molti di quegli architetti non tornarono nella loro terra natia perché attratti dalle bellissime donne tarantine. Nella Taranto medievale si iniziò a parlare una lingua mista, tanto che ancora oggi nel linguaggio dialettale è rimasta qualche traccia di vocaboli di provenienza greca: babbione, citro, paturnia, vastàse, rummàte, vummìle

Intorno al 1700, sull’Isola Madre di Taranto conviveva tutta la popolazione, composta da pescatori e patrizi, modesti artigiani e monsignori.

Ma la storia portò la città ad un progressivo abbandono, inseguendo per moltissimi anni il sogno dell’industrializzazione, citando soprattutto l’arsenale militare e il borgo umbertino.

di Giosuè Russo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...